Fear, Faith and Courage

Week-end Workshop

Roma - dal 10 al 12 Aprile 2015

Di e con Alex Mackay

Livello Heartbeat

Heartbeat è la seconda mappa nella danza dei 5ritmi di Gabrielle Roth, un apertura al nostro mondo emozionale che lavora su come ogni Ritmo corrisponde alle emozioni essenziali : Fluido/Paura, Staccato/ Rabbia, Caos/Tristezza, Lirico/Gioia, Stillness/Compassione.

Una pratica utile per scoprire nuovi modi di vivere e relazionarci alle nostre emozioni, senza più aggrapparci ad alcune e evitarne altre.

 
In questo workshop entriamo nelle emozioni del Fluido: un weekend di consapevolezza e vivacità nella nostra danza, sostenuta da ottima musica.

La paura ci può far ritrarre o contrarre, levandoci ogni possibilità di aiuto o scelta. Quando nella danza arriviamo a percepire la vitalità della paura possiamo sperimentare le possibilità di ammorbidimento, apertura, movimento e rimanere presenti alla nostra vulnerabilità.

La paura è in grado di paralizzarci, quindi ne osserviamo il  movimento, studiandone cambiamenti di ritmo e direzione. Rifacendoci alla nostra creatività troviamo coraggio e fede, esplorandone le varie possibilità nella danza e come portarle nella nostra vita di tutti I giorni .

Sede:

CENTRO SPORTIVO PIO IX
Via di Santa Prisca 8, Roma
(Metro: Circo Massimo, treni: Stazione Ostiense)

Orari:

Venerdì 10 aprile, 20.00 - 22.30 Onda aperta a tutti

Sabato dalle 11 alle 18

Domenica dalle 10 alle 17

Costi:

venerdì sera € 25

intero workshop € 150 iscrivendosi entro il 27 marzo con acconto di € 50

intero workshop € 180 iscrivendosi dopo il 27 marzo

€ 5 tessera associativa annuale

Sconto 10% per i minori di 30 anni

Iban per acconto:

IT 89 W 02008 03284 000101967738
intestato a ASD SPAZIO INTERIORE

UNICREDIT Agenzia Roma - P.za Barberini, 23/b

Info:

Jyoti de Gregorio - 3401587793

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.


In molte società sciamaniche, se andate da uno sciamano lamentandovi del fatto di essere sfiduciati, depressi, vi farebbe una di queste quattro domande:

Quando hai smesso di ballare?

Quando hai smesso di cantare?

Quando hai smesso di essere affascinato dalle storie?

Quando hai smesso di essere confortato dal territorio dolce del silenzio?

(Gabrielle Roth)